Godfather

Un nome curioso ed evocativo di gangster movies per un drink probabilmente di paternità italo-americana.

Godfather, il “padrino” dei cocktail, è il primo della trilogia di cui fanno parte anche il “French Connection” e il “Godmother” che hanno in comune, oltre la valenza ironicamente fuorilegge dei nomi, un ingrediente distintivo: l’amaretto, liquore dal fantastico tocco aromatico alla mandorla.

Godfather è un cocktail semplice da preparare anche per chi non è un professionista della miscelazione: basta versare 2 parti di whisky e 2 di amaretto in un bicchiere colmo di ghiaccio. È uno short drink ideale come dopo-cena, da sorseggiare meditando e, magari, abbinandolo alla degustazione di un dolce. Un gusto morbido e vellutato che non deve, però, distogliere l’attenzione dal suo grado alcolico molto alto.

Di | 2017-07-27T18:54:08+00:00 18 Luglio, 2017|storie da bere|0 Commenti

Lascia un Commento