Margarita

A dispetto di un’età che si aggira sugli ottanta anni suonati, un evergreen apprezzatissimo,  il cocktail messicano più famoso e diffuso nel mondo.

Ripercorriamo un po’ le origini: il significato del nome di questo celebre drink riconduce al termine “perla” ma la scelta  di questa denominazione deriva probabilmente dal nome di una donna. Non vi è un’assoluta certezza sul creatore e sulle circostanze in cui nacque questo affascinante drink ma la teoria più accreditata in merito attribuisce a Daniel Negrete la sua nascita. Si narra, infatti, che proprio Negrete nel 1936, in occasione del matrimonio del fratello David con la cognata Margarita, diede vita a questo mix di Tequila, Triple Sec e succo di Lime non mescolati tra di loro e serviti con ghiaccio tritato offrendolo alla sposa come regalo di nozze e battezzandolo col suo stesso nome.

Nel tempo, poi, subentrarono delle varianti nelle proporzioni degli ingredienti, mentre nel 1948 comparve la celebre crosta di sale sul bordo del bicchiere grazie all’inventiva di Margaret Sames che aveva constatato quanto fosse gradito a molti leccare un po’ di sale prima di consumare il drink.

Il Margarita si distingue oggi come un cocktail di alto rango di sicuro richiamo verso il grande pubblico…un capolavoro!

Di | 2017-05-09T11:21:10+00:00 8 Agosto, 2017|storie da bere|0 Commenti

Lascia un Commento